per appuntamenti (+39) 02 76398634

Fleboterapia rigenerativa

Beauty concept
Fleboterapia Rigenerativa a Milano: Tecnica TRAP

La tecnica TRAP è la prima vera cura per i problemi legati a vene, capillari e teleangectasie. In poche sedute: gambe più giovani, sane e leggere.

Vantaggi e caratteristiche
  • Trattamento ambulatoriale semplice e a bassa invasività
  • Efficace contro capillari e teleangectasie
  • Efficace contro le vene varicose
  • Assenza di rischi o danni per la cute
  • Assenza di cicatrici

La Fleboterapia Rigenerativa Ambulatoriale Tridimensionale, nota anche come tecnica TRAP, permette di trattare con efficacia i capillari, le teleangectasie e le varici delle gambe.

 

Inestetismi e patologie vascolari

Le vene varicose e le teleangectasie  visibili a livello degli arti inferiori sono vasi superficiali dilatati in modo abnorme. A causa dell’insufficienza delle vene perforanti, o più precisamente delle valvole di queste vene, vi è una quantità di sangue che dal circolo profondo si riversa in superficie, dilatando quindi i vasi e i capillari più superficiali delle gambe e rendendo maggiormente visibile l’inestetismo.

Trattamento delle patologie vascolari con tecnica TRAP

La tecnica TRAP agisce a livelli più profondi rispetto alla classica scleroterapia, è in grado quindi di risolvere alla radice i problemi vascolari che interessano le gambe (quali capillari, teleangectasie e vene varicose), intervenendo sulle cause delle patologie e non solo sugli inestetismi che ne sono la conseguenza.

In particolare, questa metodologia permette di curare le vene perforanti degli arti inferiori, rinforzando la parete e riducendo il calibro. La pressione del circolo superficiale viene così normalizzata facendo scomparire varici e teleangectasie, senza rischi e danni per la cute, senza cicatrici né avvallamenti.

Tecnica e procedura

Una specifica soluzione rigenerativa è iniettata mediante sottilissimi aghi in tutti i vasi visibili o per mezzo di un transilluminatore, un’apposita apparecchiatura che permette di rendere visibili i vasi profondi da sottoporre a trattamento.

Il trattamento è abbastanza rapido: in genere sono sufficienti 20 minuti per trattare un intero arto.

Al termine del trattamento è possibile riprendere immediatamente le normali attività, è solamente richiesto di indossare delle calze elastiche a compressione graduata per alcuni giorni.

Quando e quante sedute fare

La patologia vascolare può essere classificata in lieve, media o complessa: sono di conseguenza necessari uno, due o tre cicli di trattamento. Ogni ciclo prevede tre sedute per arto, a una distanza di 15 giorni l’una dall’altra. In totale, il trattamento di entrambi gli arti inferiori richiede sei sedute, ma potrebbero esserne necessarie anche 9, dipende da caso a caso.

Una delle domande più frequenti che ci sentiamo fare dai pazienti riguarda, infine, il miglior periodo dell’anno in cui effettuare il trattamento. La risposta è durante i mesi più freddi: sia perché con il crescere delle temperature la dilatazione vascolare ostacola la perfetta azione dei farmaci impiegati nella fleboterapia, sia perché durante tutto il trattamento è consigliato l’utilizzo dei collant a compressione graduata che potrebbero essere meno tollerati durante la tarda primavera e l’estate.

Risultati

Contribuendo a ristabilire la corretta funzionalità del sistema venoso – grazie ad un’azione sulle cause della patologia – la TRAP è la prima vera cura per i problemi legati a vene, capillari e teleangectasie, consentendo ai pazienti di sentire le gambe più leggere, giovani, sane e quindi più belle.

Dimenticato il classico effetto a ‘cartina geografica’, i risultati definitivi si raggiungono nel giro di 1-2 mesi, mentre eventuali effetti collaterali possono essere rappresentati da piccoli eritemi, edemi o bruciore. Reazioni comunque transitorie che svaniscono nell’arco di alcune ore.

Dott. Sergio Noviello
Milano Estetica