per appuntamenti +39 02 76398634

Come cambia la pelle in menopausa?

Blog

Leggi l’articolo di Io Donna e il nostro approfondimento sulla Skin Longevity

Secondo il World Social Report 2023 delle Nazioni Unite, entro il 2050 il numero di persone di età pari o superiore a 65 anni raddoppierà, superando 1.6 miliardi di individui!

Questa previsione non solo cambia il nostro modo di vedere gli anni a venire, ma ci invita anche a riflettere su come vogliamo viverli. E qui entrano in gioco tanti fattori sul prolungamento – il più possibile – del benessere fisico e mentale.

In questo scenario di futuro ‘esteso’, è lecito parlare di Skin Longevity, ma come prendersi cura della propria pelle per mantenerla più sana e quindi più giovane e bella, a lungo?

 

Come cambia la pelle in menopausa?

 

Un tempo la menopausa era un argomento tabu’, ma oggi per fortuna se ne parla più liberamente, aiutando le donne a vivere con maggiore serenità questa fase contraddistinta da una serie di cambiamenti che dipendono, in gran parte, dalla fine dell’età fertile e quindi dalla perdita della capacità funzionale delle ovaie.
Molteplici le variazioni che le donne iniziano a percepire a cominciare dalla fase della pre-menopausa dai 45 anni in poi. Complici sia trasformazioni a livello biologico, sia a livello ormonale, si registra un impatto anche sulla pelle che giorno dopo giorno inizia a diventare più spenta, meno tonica, disidratata e nel tempo più sottile.

 

Quali sono le caratteristiche che assume la pelle?


La menopausa influisce fortemente sullo stato di salute della pelle e sull’invecchiamento cutaneo soprattutto a causa della carenza di estrogeni che determinano a loro volta un calo dell’attività anti-ossidante e un aumento dei radicali liberi.

 

Le conseguenze sono:

 

• una riduzione della produzione di collagene e acido ialuronico per cui la pelle appare meno elastica, tonica e le rughe cominciano ad essere più profonde;
• un rallentamento della sintesi di elastina e del ricambio cellulare che portano ad una pelle più spenta e meno luminosa;
• un’alterata funzione anti-ossidativa collegata alla comparsa delle macchie dell’età e l’accentuazione delle macchie da photo-aging;
• maggiore secchezza e disidratazione dovuta alla perdita di lipidi – il grasso svolge normalmente un’importante funzione di supporto sottocutaneo per viso, collo, etc – la pelle appare quindi meno spessa e densa.

 

Naturalmente è importante sottolineare che questi mutamenti sono quasi sempre molto lenti – avvengono nel giro di 5- 10 anni – e che la risposta di ogni donna è soggettiva.

 

L’aspetto della pelle inoltre cambia in base alla fase della menopausa. Ad esempio, nella fase cosiddetta del post-menopausa – che si ha ad un anno dalla scomparsa definitiva del ciclo mestruale (a causa della produzione di ormoni androgeni da parte delle ghiandole surrenali e ovariche – e in assenza o in forte calo della produzione di estrogeni) si possono presentare altri cambiamenti come maggiore peluria sul viso e la comparsa di pelle grassa o acneica.

 

A tutto ciò si aggiungono da un lato la riduzione a livello osseo che porta il viso a svuotarsi e a fa registrare la comparsa di lassità cutanee – soprattutto il terzo medio e il terzo inferiore del volto appaiono più cadenti – e dall’altro gli effetti legati allo stile di vita di ogni donna:  alimentazione disordinata, inquinamento, fumo, stress, esposizione ai raggi UV senza adeguata protezione, qualità del sonno.

 

Tutto ciò non deve spaventare

 

Ci occupiamo di questi processi tutti i giorni, tenendoli in considerazione – sia nell’approccio chirurgico, sia nella pratica della Medicina Estetica – dal momento che una buona parte delle nostre pazienti ha più di 45 anni.

E lasciatemi ripetere che le 50-60enni di oggi vivono un’età magnifica. Sono donne molto diverse dalle nostre mamme e dalle nostre zie. Sono persone complete, che vogliono prendersi cura di se stesse e del proprio aspetto, a cominciare dalla pelle. Alcune sono state sposate o hanno avuto una storia importante, hanno dei figli giovanissimi, un lavoro stabile e non vogliono rinunciare ad una vita intensa e ad una relazione anche con uomini più giovani.

Dedicano grande cura alla propria pelle – sia con lo skincare, sia con la Medicina Estetica – per piacersi anche in una fase di cambiamento come la menopausa, ridurre i segni del tempo e sentirsi a proprio agio in una socialità che ormai mescola anche persone di età ed esperienze molto diverse fra loro.

 

Skin Longevity 

 

Nello scenario di futuro ‘esteso’ prospettato dal World Social Report 2023 delle Nazioni Unite – secondo cui entro 25 anni le persone di età pari o superiore a 65 anni saranno il doppio! – è fondamentale valutare strategie di Skin Longevity.

 

Come ci dicono sempre le pazienti over 45 quando arrivano da noi in studio per la prima volta per una consulenza, le creme, le maschere e i sieri possono non essere sufficienti ad aiutare la pelle a rispondere ai cambiamenti legati alla menopausa (rughe, colorito spento e poco uniforme, lassità cutanea, disidratazione).
Negli ultimi anni ci stiamo rivolgendo sempre di più verso procedure di Medicina Estetica Rigenerativa che – affiancate o meno a Filler a base di Acido Ialuronico, Laser o Botox – aiutano la pelle a restare fresca e giovane più a lungo, rallentando i segni del tempo ma con effetti naturali e armoniosi.

Utili possono essere trattamenti iniettivi a base di collagene come Karisma – per intervenire sulla texture della pelle e renderla più compatta, nutrita e luminosa – o Profhilo viso e body a base di acido ialuronico che consente di intervenire sulle lassità. Periodicamente cicli di Peeling delicati e via via più strong favoriscono il turnover cellulare e mantengono la cute fresca e il colorito più uniforme, riducendo macchie e discromie.
Cicli di trattamenti iniettivi Biorivitalizzanti o a base di Esosomi idratano, aiutano a ripristinare la barriera cutanea e hanno un potente effetto antinfiammatorio e antiossidante.

 

Skincare: su cosa puntare e cosa mettere da parte

 

Come già detto i primi sintomi cominciano ad apparire lentamente e spesso nella frenesia della vita quotidiana non vengono nemmeno notati dalle nostre pazienti, ma quando il ciclo comincia a diventare irregolare, la pelle inizia a mutare e sia i trattamenti da effettuare, sia la beauty routine vanno adeguati con un approccio personalizzato che cambia nel tempo, anche in base alla risposta della cute di ogni donna.

 

Il consiglio è quello di effettuare un check-up cutaneo per individuare il giusto percorso da seguire. Questo consente di valutare l’effettivo stato di salute della cute, impostare un corretto utilizzo dei prodotti cosmetici e stabilire quali trattamenti estetici, rigenerativi o dermatologici sono indicati.

 

Necessario rivedere i prodotti per la cura della pelle a casa, c’è una grossa differenza fra le creme per pelli giovani e quelle per pelli mature.

Il fai da te o l’influenza delle mode spesso possono causare ulteriori danni alla cute già messa a dura prova dai cambiamenti di cui abbiamo parlato.
Bisogna optare per prodotti cosmetici pensati per idratare, rafforzare la struttura della pelle e donare al viso un aspetto sano e luminoso.
Evitare creme con texture ricche che vengono assorbite meno da una pelle matura, meno elastica.

 

Fondamentale proteggere ogni giorno la pelle con una crema che contenga un fattore di protezione solare SPF elevato per prevenire la formazione di macchie e l’accelerazione dell’invecchiamento cutaneo (oggi esistono in commercio anche prodotti che proteggono dalla luce blu emessa dai device).
Struccarsi attentamente tutte le sere ed eseguire periodicamente pulizie del viso, limitare al massimo l’uso di lampade abbronzanti, con lo specialista individuare integratori specifici per la pelle matura (a base di vitamine C, silicio, collagene, selenio, ect).

 

La beauty routine però non è l’unica cosa da cambiare. Per prevenire o comunque rallentare i processi di invecchiamento e aiutare la pelle, consigliamo di smettere di fumare, ridurre il consumo di alcool, correggere l’alimentazione, bere la giusta quantità di liquidi, praticare attività fisica, dormire bene e mantenere sotto controllo gli sbalzi di peso.

Si tratta di attenzioni che aiuteranno in generale a mantenere un salutare benessere nella vita di tutti i giorni, puntando non a “fermare il tempo”, ma piuttosto ad esprimere pienamente la bellezza dei 50 e 60 anni. Dopotutto come dice lo scrittore francese Grégoire Delacourt un volto senza età, è un volto senza storia, senza passioni, senza identità. Il tempo ci abbellisce perché ci rende unici”.

 

Pelle in menopausa: come cambia l’epidermide intorno ai 50 | iO Donna

 

Leggi anche
Minilifting BAT a Milano – Dott. Sergio Noviello
Biofilling, trattamento rughe con grasso a Milano – Dr. Sergio Noviello
Blefaroplastica BAT a Milano, Chirurgia Palpebre – Dr Sergio Noviello
Ringiovanimento Vaginale Milano, Chirurgia Intima – Dr Sergio Noviello

 

 

 

Dott. Sergio Noviello Milano Estetica